Pori dilatati: come minimizzarli per un incarnato flawless

Pori dilatati

Quando senti parlare di pori dilatati, si fa riferimento a quegli odiosi “forellini” che hanno il compito di mettere in contatto il derma con l’esterno. Sono fondamentali per il benessere e la salute della pelle ma, purtroppo, quando sono molo dilatati non sono il massimo. Possono apparire su tutto il viso oppure puoi notare che sono localizzati in alcune parti come la zona T o attorno al naso. Non è per nulla facile mandarli via e ottenere una grana della pelle perfetta. Per un incarnato perfetto, liscio, compatto e senza imperfezioni dovresti anche tu fare qualcosa per ridurre i pori.

Se anche tu sei alla ricerca di sistemi per restringere i pori dilatati, leggi di seguito questi preziosi consigli da mettere subito in pratica.

L’importanza della detersione per i pori dilatati

Il primo sistema per restringere e minimizzare i pori dilatati è la detersione. Non ci stancheremo mai di dire che per avere una bella pelle, la detersione è essenziale. Anche chi è duro d’orecchi dovrebbe aver capito che detergere il viso è la base per una buona skincare. Se i tuoi pori sono visibili è perché al loro intero c’è un qualche residuo che non è penetrato negli strati più profondi. Può trattarsi di sebo in eccesso tipico delle pelli grasse, smog, polvere ma anche tracce di make up.

I suffumigi per restringere i pori

Un buon sistema per ritingere i pori è fare dei suffumigi magari aggiunge all’acqua calda del bicarbonato di sodio, rosmarino, lavanda, petali di rosa.

Rimuovi bene tutto il make up

Per levare il make up usa del latte detergente e poi passa anche un olio struccante oppure dell’acqua micellare che attira a sé le impurità. Il poro pulito e purificato si restringe fino a no esser più visibile.

Il tonico a ph acido per ridurre i pori dilatati

Per restringere i pori e non renderli più visibili, usa sempre un tonico. Bada bene che abbia un pH acido. Il tonico è un prodotto che ha proprio lo scopo di pulire la pelle e chiudere i pori. Finalmente, ecco svelato l’uso di questo misterioso prodotto per la skincare routine: minimizzare i pori.

Fai attenzione a non usare mai un tonico con alcool, che spesso è contenuto nelle soluzioni per le pelli grasse, impure e miste. Anche se l’alcol ha effettivamente un’azione disinfettante profonda, tende a seccare eccessivamente il derma, mettendoti di fronte ad altri problemi come una protezione eccessiva di sebo. Quando passi il tonico su un discetto, preferibilmente riutilizzabile di cotone non usa e getta, non sfregare ma semplicemente tamponalo sul viso.

I rimedi della nonna: prova con l’aceto

Un rimedio della nonna per purificare la cute ricca di pori dilatati, prevede di usare l’aceto. Questo, come tanti altri trucchi delle nonne, è molto adatto. La ragione è semplice: l’aceto ha un pH acido in grado di stringere immediatamente i pori già al primo passaggio. Se vuoi usarlo, prendi quello di mele e diluiscilo con un po’ di acqua. Il prodotto puro potrebbe essere troppo aggressivo e seccare eccessivamente. Passa l’aceto sulla pelle usando il solito dischetto e poi risciacqua con acqua.


Loading...