Rassodare il viso: esercizi e tools da provare

rassodare il viso

Anche a casa puoi rassodare il viso e ottenere un effetto lifting senza ricorrere a sistemi invasivi. Oltre alle creme idratanti anti age, ci sono tanti esercizi da fare e tool che da usare da sola davanti allo specchio per prevenire la formazione delle rughe, ridurre i segni di espressione e sollevare la pelle restituendo tonicità all’ovale.

Il roll di giada: a che cosa serve

Un altro tool che serve per rassodare il viso è il roll di giada, noto anche con il suo nome inglese ghade roller. Si tratta di un piccolo strumento realizzato in giada, una pietra dura dal colore verde – turchese, con due rolli rotanti alle estremità, uno liscio e uno scanalato. Alcuni hanno solo il rullo liscio.

Passalo dal basso verso l’alto per sollevare la pelle del viso che cade verso il basso. Sfregalo dolcemente per rilassare i muscoli e levigare le rughe. Infatti, la maggior parte dei segni di espressione è dovuta ai movimenti muscolari; rilassare i muscoli equivale e ridurre i segni prima che si intensifichino. La tua pelle sarà tonica, soda ed elastica. Per un risultato ancora migliore, tienilo in frigorifero così sgonfi le occhiaie e le borse sotto agli occhi. Non dimenticarti del collo: usa il roll di giada sempre dal basso verso l’alto per prevenire la comparsa del doppio mento.

Ginnastica e massaggio facciale per rassodare il viso

L’ultimissimo trend in fatto di skincare è rassodare il viso con un massaggio e con la giusta ginnastica facciale! Ci sono un sacco di beauty guru che ti insegnano quali sono i movimenti corretti per fare un lifting  con le tue mani senza ricorrere al bisturi.

Per esempio, premi i palmi e il lato della mano dal centro del naso e scorri verso le tempie per ridurre le occhiaie. Unisci dito indice e pollice della mano, parti dal mento e tira verso l’esterno tutta lungo l’osso mandibolare. Con le dita, parti dalle sopracciglia e porta le pelle verso l’alto per dire per sempre addio alle rughe longitudinali. Per le zone più soggette al cedimento strutturale sono guance e zigomi, gonfia le guance come palloncini e aspetta trenta seconda. Puoi anche alternare una guancia alla volta. Per scongiurare la comparsa del doppio mento, guarda verso l’alto e poi apri e chiudi la bocca; sentirai tirare tutta la gola!

Il gua sha: che cos’è e come si usa

Il gua sha è un piccolo strumento che non dovrebbe mai mancare nel cassetto del bangno per concederti un massaggio facciale che rassoda la pelle e leviga le rughe. Si tratta di una sorta di cuore sbilenco e piatto realizzato in quarzo rosa. I suoi angoli smussati sono specifici per ogni zona del viso; per esempio sulla fronte si usa la parte piatta mentre gli angoli vanno bene per l’osso mandibolare e gli zigomi.

Oltre a cancellare i segni di espressione e le rughe, aiuta anche a eliminare i gonfiori riattivando la microcircolazione capillare grazie alla pressione sulla pelle del viso. Esfolia anche la pelle, riduce il sebo in eccesso e aree secche del volto. Se vuoi ottenere tutto questo, muovi il tool dal centro del viso verso l’esterno, nel senso contrario delle rughe.


Loading...