Decapaggio dei capelli: che cos’è, come e quando si fa

decapaggio capelli

Chi ha i capelli tinti e dopo poche settimane dall’appuntamento dal parrucchiere, il colore appare sbiadito e spento, può trovare di grande aiuto il decapaggio. Si tratta di una tecnica da utilizzare anche quando i capelli sono stati schiariti troppo oppure si desidera tornare al colore naturale.

La tecnica del decapaggio capelli è sempre più utilizzata e richiesta dato che oggi moltissime persone amano le tinte folle folli e sgargianti, i grey hair e via così perciò vediamo di capire subito di che cosa si tratta, come e quando si fa.

Che cos’è il decapaggio capelli

Il decapaggio capelli è una particolare tecnica permette di cambiare colore di capelli ma anche rimediare a una tinta sbagliata o una decolorazione eccessiva. A proposito di decolorazione, molte persone la confondono erroneamente con il decapaggio ma sono due tecniche completamente diverse. Difatti, la prima tecnica sottrae ai capelli che sono stati colorati, mentre la seconda serve per schiarire il colore naturale. Nonostante ciò, il decapaggio serve anche a passare da un colore scuro a uno più chiaro anche 2 – 3 toni senza rovinare i capelli, cosa che invece succede con la decolorazione che lascia i capelli sfibrati per colpa dell’ammoniaca.

Come si fa

È essenziale sapere che questa tecnica prevede un tempo di posa del prodotto decapante che varia a seconda del risultato desiderato. Di solito, non si va comunque oltre i 30 minuti di posa. È sempre meglio affidarsi agli esperti che conoscono i prodotti migliori ma si può procedere anche in autonomia, soprattutto se si ha dimestichezza con tinte, volumi, tempo di posa, etc. Chi ha fatto il decapaggio dovrebbe fare molta attenzione in fase di ricolorazione e tinta per coprire i capelli bianchi perché questi diventano molto popolosi e si ottiene un colore più scuro di quello sperato.

Quando fare il decapaggio

Passiamo ora ad analizzare meglio quali sono i casi in cui maggiormente consigliata questa particolare tecnica. Chi desidera tingere i capelli e passare a un colore più scuro, meglio usare questa assoluzione che è l’ideale anche quando la tinta fatta è venuta male e non piace.

Di contro, chi vuole passare da un colore scuro a uno più chiaro invece dovrebbe scegliere la decolorazione. I capelli sono composti da fibre capillari e il decapaggio agisce sul tono andando a schiarirlo ma senza l’uso di ammoniaca che ha il difetto di aprire le fibre capillari e spaccarle rendendo le lunghezze sì che visto cose come una scopa di saggina.

Alcuni consigli utili

Sebbene la tecnica sia meno aggressiva di una decolorazione classica, conviene sempre fare attenzione e cercare le soluzioni migliori per nutrire il capello che può indebolirsi. Le fibre capillari hanno bisogno di maschere idratanti da utilizzare almeno una volta settimana a base di olio di argan, olio di cocco oppure olio di mandorle dolci. Chi ha i capelli grassi e teme che un olio ingrassi troppo la capigliatura, stenda la maschera solamente sulle lunghezze evitando le radici.

Loading...