Festa della Donna, 4 idee per coccolarsi un po’

La Festa della Donna è anche un’occasione per prendersi cura di se stesse. La ricorrenza dell’8 marzo nasce per ricordare tutte le donne del passato, che hanno lottato per i pari diritti, scendendo in piazza, per fare sentire la loro voce. È una festività importante che può essere celebrata concedendoci momenti di benessere, per trovare la forza per andare avanti e affermarci nel mondo, seguendo i propri sogni.
Ecco 4 suggerimenti per trascorrerla al meglio.

  1. Abbellire la casa con i fiori

    I fiori sono il simbolo della Festa della Donna. Possono regalarceli gli altri. Talvolta capita di sentire profondamente il desiderio di donarseli da sé. Può essere un modo per abbellire la casa, per riempirla di primavera e di bellezza. Rose, tulipani e mimose sono i fiori più gettonati. Per ricevere splendide composizioni direttamente a casa, Interflora offre un servizio dedicato alla Festa della Donna: tra i mazzi più belli c’è “Passione mimosa”, realizzato con tre rose a gambo lungo e mimose.
    La mimosa divenne simbolo della giornata dedicata alle donne nel 1946, grazie alla parlamentare Teresa Mattei: si tratta di un fiore capace di sbocciare e di esprimere la sua bellezza anche in ambienti ostili.

  2. Staccare il cellulare e fare una corsa

    La strada non giudica. Indossare delle scarpe da ginnastica significa dire sì al proprio benessere. Talvolta prese da mille impegni, si rimanda la famosa corsetta al giorno. Bisogna ricordare però la sensazione di intenso benessere che arriva meritatissima dopo aver percorso i primi metri, ad esempio in campagna, tra alberi e fiori. La fatica viene ripagata, il sangue torna a pulsare, i muscoli si attivano e una sensazione di relax invade il corpo. Inoltre, quando si corre, si è davvero presenti a se stesse. Si sente il cuore che batte, i muscoli che si contraggono. Non si hanno distrazioni. Spegnere il cellulare, almeno per un po’, permette di staccare e di non sentirsi continuamente assillati dalle notifiche di messaggio.

  3. Focalizzare i propri obiettivi

    Prendersi del tempo per capire che direzione dare al nostro percorso e fissare degli obiettivi di breve, medio e lungo termine è davvero utile per ottenere ciò che desideriamo e vivere in pieno benessere. Procedere senza meta significa essere in balia delle incombenze e di ciò che accade. Bisogna innanzitutto comprendere quali siamo i nostri valori, ciò che davvero conta per noi, come l’essere gentili e sinceri nelle relazioni o essere disponibili ed empatici a lavoro. Una volta trovati i valori, questi fungeranno da fari per illuminare il percorso da compiere. Scriverli nero su bianco aiuta a chiarirsi le idee e a raggiungere le proprie mete in modo più concreto.

  4. Meditare

    Chi ha provato la meditazione parla di risultati sorprendenti per il proprio benessere e la gestione dello stress e dell’ansia. Ma non solo. Meditare aiuta a sentire se stesse, il proprio corpo e le proprie emozioni, in modo non giudicante ed estremamente accogliente e pieno di compassione. Come si medita? Basta scegliere un luogo silenzioso, sedersi con la schiena dritta o distendersi supine, e concentrarsi sul respiro. L’attenzione deve essere focalizzata sull’aria che entra e che esce dal corpo. Se arrivano pensieri o emozioni a disturbare la mente, bisogna prenderne nota, osservarli un attimo e lasciarli andare, tornando a sentire il respiro.