Cucina bianca: come arredarla puntano allo stile nordico?

Hai una cucina bianca un po’ anonima e vuoi renderla più accogliente, ma non sai come fare? Non ti preoccupare: basta seguire alcuni semplici accorgimenti. La cosa migliore è puntare ad uno stile nordico, che è di forte tendenza e si abbina bene al bianco, che è un colore in grado di regalare luminosità agli ambienti, in quanto riflette la luce.

Per un effetto interessante, è bene riproporre questa tinta un po’ ovunque: nei mobili, nelle pareti ed anche in corrispondenza del pavimento. Tuttavia, è importante cercare di avere delle finestre grandi, in modo da far penetrare il più possibile la luce naturale.

Vanno bene, quindi, i finestroni, meglio se accompagnati da serramenti chiari, in modo da non creare contrasti, che potrebbero portare ad un disequilibrio. Ma quali sono gli altri aspetti da considerare e cosa è bene evitare? Scopriamolo insieme.

Aspetti da considerare per non commettere errori

Quando si deve intervenire su una cucina bianca, è meglio scegliere materiali naturali, come il legno, che va bene per il pavimento, i mobili ausiliari, i controsoffitti, il tavolo, le sedie e gli accessori. Tuttavia, è bene optare anche per le fibre vegetali, che sono indicate più per ti tessuti, che non possono mancare in un ambiente importante come quello della cucina, soprattutto se lo si vuole rendere accogliente. L’importante è non deviare dalle tinte chiare, in quanto si rischia di uscire dall’atmosfera scandinava che si vuole ottenere.

Una punta di colore è consentita, ma non bisogna esagerare. Da introdurre è soprattutto il rosso, che si accorda perfettamente con il bianco, senza essere invadente. Quando si sceglie una decorazione nordica, tuttavia, è possibile anche introdurre altri stili, riuscendo a mantenere una certa armonia visiva. Particolarmente adatto è il design industriale, che prevede l’aggiunta di elementi in acciaio, che si sposano bene con l’assetto di tradizione nordica.

Altri punti che è bene non trascurare per rendere speciale una cucina bianca

Non bisogna dimenticare che l’obiettivo delle cucine nordiche è soprattutto quello di risultare funzionali. Lo spazio, infatti, deve essere pratico ed ordinato. Ecco, quindi, che i mobili devono essere studiati in maniera precisa, in modo da conferire un certo rigore. Di fatto, nulla deve essere lasciato al caso, anche se di primo acchito potrebbe sembrare.

Ogni elemento deve trovare posto al meglio e non risultare invadente. Solo così, del resto, è possibile raggiungere l’armonia tanto agognata e riuscire ad avere una cucina efficiente, ma anche esteticamente valida. Di fatto, gli elementi decorativi devono essere pochi, anzi, se è possibile, sono da evitare. E gli accessori? Si possono inserire, ma senza esagerare. Il colpo d’occhio, infatti, deve essere rilassante e non caotico.

La cosa migliore è puntare al minimalismo. Le piastrelle si possono introdurre? Sì, ma in forma limitata e rigorosamente bianche, così da non staccare e da ottenere delle superfici omogenee. Infatti, non ci devono essere elementi predominanti o distraenti, in quanto tutto deve essere in equilibrio. La filosofia da adottare, quindi, è: Less is more.

Potrebbe interessarti anche:

Arredamento camera da letto: consigli pratici per non sbagliare