Temperatura frigo: come si imposta e qual è quella giusta?

A differenza di quello che pensano molte persone, impostare la temperatura frigo in maniera corretta è molto importante, in quanto permette di conservare al meglio gli alimenti posti all’interno. Tuttavia, permette anche di ridurre il consumo di energia e di mantenere perfettamente funzionante l’elettrodomestico.

Si consiglia, quindi, di verificare con regolarità che la temperatura impostata sia adeguata al clima ed alla stagione, ma soprattutto che non superi mai i 4 gradi. Infatti, con una temperatura più alta è possibile che si sviluppino funghi, muffe e batteri, pericolosi per la salute delle persone. Nei modelli più moderni, solitamente, la temperatura del frigorifero si imposta in maniera automatica, ma non vuol dire che non debba esser controllata.

Infatti, è possibile che risulti non adeguata al periodo ed ai cibi da preservare. Negli apparecchi tradizionali, la temperatura viene regolata attraverso un selettore, che può essere manuale (rotella) o elettronico (schermo). L’utilizzo di entrambi è semplice, ma determinante per mantenere gli alimenti al meglio.

Selettore manuale: come funziona?

Nei frigoriferi meno recenti, il selettore manuale è rappresentato da una rotella dotata di numeri, che vanno da 1 a 5. Si possono trovare anche elettrodomestici che arrivano fino a 6, ma non sono molti. Ma a che cosa servono queste cifre? Semplicemente, per indicare l’intensità del freddo che è possibile raggiungere. Nello specifico: l’1 segnala la temperatura più alta a cui è possibile arrivare, mentre il 5 o il 6 quella più bassa.

Come è meglio procedere per non commettere errori? Sicuramente, impostare il termostato a metà, in modo che la temperatura risulti adatta, più o meno, per ogni tipo di alimento ed in qualunque periodo dell’anno. Molte persone, infatti, quando sopraggiunge il caldo, tendo ad abbassare drasticamente la temperatura.

Ciò non è corretto, in quanto porta l’impianto refrigerante a lavorare forsennatamente, determinando la formazione di uno strato di ghiaccio sul fondo del frigo o in corrispondenza delle pareti. Impostare una temperatura media, invece, porta ad avere un livello di freddo ed uno sbrinamento costanti.

Selettore elettronico: come si regola la temperatura frigo?

I modelli di frigorifero di ultima generazione presentano un selettore unico, in grado di agire contemporaneamente su freezer e frigo. In alternativa è possibile trovare anche due pulsanti separati. Nel caso del congelatore la regolazione è possibile da 14 a 25, mentre per il frigo si va da 1 a 7.

In questo caso, è ben specificare che i numeri indicati dal selettore corrispondono perfettamente ai gradi. Ad esempio: 2 = 2 gradi, mentre per il congelatore 22 = -22 gradi. Per quanto riguarda il freezer, la temperatura deve essere mantenuta sempre al di sotto dei 20 gradi, poiché altrimenti i cibi potrebbero deteriorarsi.

Monitorare con regolarità la temperatura dell’elettrodomestico è estremamente importante per garantire una corretta conservazione degli alimenti congelati e non. In caso di problemi è sempre possibile consultare il libretto delle istruzioni che viene fornito al momento dell’acquisto. Tuttavia, utilizzare il selettore elettronico è davvero semplice ed intuitivo e non richiede particolari competenze tecnologiche.

Potrebbe interessarti anche:

Piante da appartamento: cosa è importante sapere?

Loading...