Miglior Integratore Difese Immunitarie: guida all’acquisto

Per garantire la nostra salute è indispensabile avere un buon sistema immunitario. Infatti, come ci hanno insegnato fin dall’infanzia, questo è il primo e principale difensore del nostro organismo contro tutti quegli agenti esterni che possono infettarlo, come germi, batteri e virus.

La sua funzionalità è fondamentale sia per quanto riguarda infezioni comuni come il raffreddore e l’influenza – di cui purtroppo non esiste una cura ma siamo costretti a fare affidamento solo sulle capacità del nostro corpo – ma anche per le infezioni più serie e gravi.

Sapendo questo, come possiamo prenderci cura del nostro sistema immunitario, in modo da essere più preparati a sconfiggere le malattie? Adesso vedremo le principali soluzioni che possiamo impiegare.

Il nostro sistema immunitario e le difese

Prima ancora di andare a vedere le strategie pratiche, dobbiamo avere presente com’è fatto il nostro sistema immunitario: per definizione, questo sistema è l’insieme di cellule, molecole e proteine che devono occuparsi di combattere i vari agenti patogeni esterni. Di conseguenza, i fattori più diretti e comuni che possono andare ad influenzare il suo benessere sono:

– L’alimentazione: una dieta sbilanciata o carente sotto certi punti di vista, in particolare per quanto riguarda la vitamina C e K, è responsabile di un possibile funzionamento non ottimale delle difese immunitarie,

– Lo stress: in particolare se cronico, sottopone il nostro fisico a uno sforzo considerevole per aiutarci a superare le minacce percepite. Ma la grande quantità di energie e nutrienti impiegata a questo scopo potrebbe andare a danneggiare il sistema immunitario, se il carico comincia ad eccedere e i livelli di stress non vengono abbassati,
– L’età: con il passare del tempo avvengono degli importanti cambiamenti fisici che vanno ad influenzare l’efficienza di tutti i processi dell’organismo.
– Cattive abitudini: come fumo, alcol, ma anche uso di sostanze stupefacenti e non dormire abbastanza, sono tutti fattori che possono inficiare  il corretto funzionamento delle difese.

Quando il nostro organismo incontra degli agenti patogeni, come possono essere virus e batteri, le difese vengono mobilitate immediatamente e in vario grado a seconda dell’entità e del tipo di contaminazione che è avvenuta. Alcune vengono risolte senza che ce ne rendiamo conto e senza che risultino in sintomi di patologia evidente, altre invece possono scatenare reazioni più ingenti e anche fastidiose, come la febbre.
Ma come sappiamo, il suo compito è garantire l’immunità, ovvero impedire il più possibile che lo stesso agente patogeno causi nuovamente un’infezione. Ne esistono di due tipi:

– L’immunità naturale: detta anche innata o non specifica, è la prima linea delle difese costituita da caratteristiche preesistenti nel corpo, fra cui pelle, muco, succhi gastrici e sudore. Rientrano fra questi anche una categorie di cellule del sistema immunitario, dette macrofagi. Queste attaccano gli agenti patogeni con meccanismi automatici e non differenziati a seconda del microrganismo.
– Immunità adattiva: o acquisita, è quella parte di difese che il nostro corpo impara con il tempo, via via che viene esposto a diverse fonti di infezione. Si occupa di ricordare e rispondere in modo sempre più efficace e veloce ad agenti patogeni che sono già stati incontrati.
In generale, l’immunità adattiva è più lenta rispetto a quella naturale, per via della complessità dei meccanismi da mettere in moto.

L’alimentazione per le difese immunitarie

Come abbiamo potuto intuire da quanto detto in precedenza, mantenere un buon sistema immunitario è collegato all’alimentazione e alle buone abitudini. In particolare, ci sono alcuni vitamine che è stato dimostrato essere in diretta correlazione: si tratta delle vitamine A, C, D, E, oltre all’arginina, selenio, zinco e glutammina.
Tutte questi nutrienti sono facilmente reperibili in una grande quantità di alimenti, dalla carne, pesce, alle verdure e alcuni legumi e cereali, di conseguenza, mantenere una dieta equilibrata sarà già abbastanza per garantire dei livelli ottimali di tutte queste sostanze.
Sul mercato sono inoltre disponibili alimenti rinforzati, che potrebbe risultare di ulteriore aiuto.

Ma, nel caso in cui, per qualunque motivo, ciò risultasse difficile o impossibile da perseguire, abbiamo a disposizione gli integratori alimentari. Gli integratori alimentari sono disponibili in una varietà molto ampia di formule, dosi e anche modalità di assunzione.
Come possiamo sapere quale può essere il migliore per le nostre esigenze?

I migliori integratori

Considerando quanto abbiamo imparato, è importante che gli integratori migliori contengano un livello adeguato di vitamine e nutrienti che aiutino l’organismo a raggiungere il suo corretto fabbisogno senza risultare né in una carenza, ma neanche eccessivo. Per ottenere ciò è possibile fare affidamento anche su alimenti naturali con proprietà immunostimolanti, come il sambuco, l’ echinacea o l’astragalo.

Ed è qui che ci sentiamo di consigliare gli integratori Immune Defence Plus. Questo integratore, come consigliato da Integratori.club, è a base di bacche di sambuco, le quali contengono anche zinco, vitamina C e D, e contiene tutte le sostanze principali per rinforzare e mantenere la corretta attività delle difese immunitarie. E’ indicato a partire dai 12 anni di età ed è sufficiente una capsula al giorno per soddisfare il fabbisogno.
Le bacche di sambuco inoltre aiutano a combattere i radicali liberi, ma anche ad aumentare la produzione di citochine, delle proteine che regolano le difese immunitarie e aiutano nel combattimento delle infezioni.

L’assunzione di integratori e altri medicinali dovrebbe sempre essere fatta secondo il parere di un medico abilitato e dopo aver valutato eventuali cause e dosaggi ottimali di assunzione. Infatti, a volte è necessaria solo una modifica delle proprie abitudini e della propria alimentazione. Molto importante può essere prestare attenzione alle ore e la qualità del sonno notturne, oltre a un’implementazione del tempo impiegato per fare attività fisica adeguata alla propria età e stile di vita. Tutti questi fattori, come le patologie in corso o pregresse, concorrono a determinare lo stato dell’organismo e del sistema immunitario in particolare. E purtroppo, anche rafforzare le difese non esclude completamente dalla possibilità di contrarre infezioni.

Si rendono infatti necessari ulteriori accorgimenti come la corretta pulizia degli spazi e delle superfici, oltre a una buona e frequente pulizia delle mani, e il mantenimento di igiene per quanto riguarda il cibo e la sua preparazione.