Giada Curti: la stilista Made in Italy partita da zero

giada curti

Si sa che nel resto del mondo, la moda Made in Italy è un settore trainante che rende noto il Belpaese. Gli stranieri sono alla costante ricerca della famosa etichetta con il tricolore italiano per esser certi di acquistare un prodotto di valore. Infatti, spesso capita che nei negozi dei brand più importanti del fashion system a livello mondiale nelle grandi città, ci siano più stranieri che italiani. Uno di nomi di maggior rilievo del settore è sicuramente Giada Curti.

Vediamo quindi di capire meglio chi è questa famosa stilista che è famosa per gonne e abiti soprattutto, da dove arriva e anche del suo impegno nel sociale.

Una passione tramandata dalla nonna

La stilista Giada Curti ha da sempre avuto una grande passione per la moda e il cucito che le sono state tramandata della nonna. La storia di questa maison nasce dalla nonna Eva che aveva aperto il suo atelier nel cuore di Frosinone. La nipote Giada ha voluto continuare l’attività di famiglia, nonostante fosse una sartoria a livello locale.

Tutto cambia con l’arrivo di un importante imprenditore del settore Antonio Curti, anche lui proveniente da una famiglia di sarti. Apprezzando fin da subito la capacità di Giada nel portare aventi l’attività della nonna, l’imprenditore nota anche la grande maestria sartoriale, la base perfetta per fare un salto di qualità. Difatti, le creazioni di Giada Curti, fin dai primissimi anni di quasi anonimato, sono realizzate con tessuti pregiati e un maniacale attenzione ai dettagli per degli abiti che ogni donna vorrebbe indossare. Eleganza e raffinatezza sono caratteristiche che contraddistinguono il suo lavoro sartoriale.

Il successo internazionale di Giada Curti

Dal 2010 circa, Giada Curti si è lanciata nel panorama internazionale partecipando alle sfilate di Roma Alta Moda. Grazie alla visibilità ottenuta, i suoi abiti iniziano a calcare i red carpet più importanti come a Los Angeles, Cannes e Venezia. Oltre a questi centri noti e famosi per il glamour, Giada Curti conquista il mercato di Dubai, dove è diventata una delle stiliste più apprezzate dalle potenti donne arabe.

Giada Curti per il sociale

Non è da tutti arrivare al successo e preoccuparsi anche di tematiche sociali, ma la Curti lo fa! La stilista italiana è molto impegnata e le stanno a cuore soprattutto i diritti delle donne nel mondo. Per avvalorare la causa concretamente, Giada Curti ha inventato il primo abito anti-stalking che ha particolari sensori che rivelano della manipolazioni violente. Inoltre, il suo impegno lo dimostra anche facendo parte di diverse associazioni che si occupano di diritti dell’infanzia e delle donne direttamente nei Paesi e nei territori dove sono ancora un miraggio.

Nel corso degli anni, la Curti ha anche fatto da madrina e sponsor con i suoi meravigliosi abiti ad eventi di sensibilizzazione su tematiche sociali e a sostegno dei più soggetti più deboli. Insomma, incredibile che cosa possa fare una ragazza della provincia che semplicemente osservava la nonna cucire e sognava, un giorno, di fare lo stesso…

Loading...