Millennials: la svolta della generazione iperconnessa

Millennials

Sono nati tra il 1981 e il 1996 e sono la prima generazione iperconnessa, che ha vissuto la vera e propria svolta tecnologica e informatica che ha caratterizzato questo decennio. Di chi stiamo parlando: naturalmente dei Millennials, i giovani che oggi devono fare i conti con un’etichetta affibbiata loro non proprio simpatica. Coloro che hanno vissuto in pieno il cambiamento, la rivoluzione di internet e si sono trovati in brevissimo tempo ad avere a che fare con social media, selfie e strumenti di connessione via via più avanzati.

Quella dei millennials è una generazione che suscita molto interesse, ben più della precedente ma anche della successiva. Sono infatti proprio loro ad aver avuto l’onere e l’onore di vivere quella che è stata una vera e propria rivoluzione a tutti i livelli: sociale, storica, economica. La vita è cambiata per i millennials proprio quando loro raggiungevano l’età per assaporarne tutte le novità. Vediamo però chi sono, cosa fanno oggi e cosa contraddistingue questa generazione, che più di altre merita di essere valorizzata.

Chi sono i millennials?

MillennialsRispondere a questa domanda dovrebbe essere semplice ma in realtà non lo è perchè esistono pareri discordanti in merito ai millennials. Le varie testate giornalistiche hanno deciso di fissare dei limiti temporali differenti, ma se facciamo riferimento al Pew Research Center non ci sono dubbi: i millennials sono coloro che sono nati tra il 1981 e il 1996 e che quindi oggi hanno un’età compresa tra i 38 ed i 23 anni. Questa generazione viene spesso definita “iperconnessa” ed è proprio questo l’aspetto che meglio di altri la descrive. I millennials infatti sono cresciuti nell’epoca di internet e dei social media, abituati ad essere sempre connessi a più livelli.

I millennials secondo il Time

I Millennials hanno dovuto fare i conti con un’etichetta che di certo non è stata simpatica e che era stata affibbiata loro dalla nota rivista statunitense Time. Li avevano infatti definiti pigri, superficiali e narcisisti: una serie di aggettivi che di certo non possiamo considerare positivi ma che non descrivo appieno questa generazione. Se infatti i millennials hanno indubbiamente dei difetti, i nati in questi anni possono anche vantare una serie di pregi non indifferenti. Non sono quindi solo egocentrici e vanitosi, come aveva specificato il Time. Non si può ridurre un’intera generazione entro questi termini perchè i millennials son molto più di questo.

Chi sono veramente i millennials

Se non possiamo ridurli entro la concezione negativa data dal Time, come possiamo allora definire i millennials? Quali sono le caratteristiche che identificano questa generazione e che la rendono così speciale e interessante? Basta pensare che si parla spesso anche della generazione delle 3 C e questo riassume un po’ tutte le caratteristiche dei millennials:

  • Connected (ossia connessi in rete sempre e comunque);
  • Confident (ossia con un buon grado di autostima e di fiducia in se stessi);
  • Open to Change (ossia aperti al cambiamento).

I millennials amano viaggiare e cambiare, sono sempre connessi e in molti casi hanno anche una grande autostima che non guasta in certe occasioni. Questa è la generazione che ha segnato il passaggio da un’era alla successiva.

Loading...